Piumini Moncler Outlet
Inserisci la tua email e scegli il gruppo di interesse.

Inserisci username e password nei campi sottostanti.
Username:
Password:

Lettera circolare n.74 - 1 luglio 2012


GIUSEPPINI DEL MURIALDO
 
PROVINCIA ITALIANA SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

LETTERA AI CONFRATELLI

Lc 74/12
Roma1 luglio 2012


Sorpresa, grazie ed auguri


 

Carissimi confratelli.

Riassumo così in tre parole (sorpresa, grazie, auguri) i vari messaggiche ho ricevuto in queste settimane dopo la mia elezione a consigliere generale.

Cambiare fa parte della vicenda di ogni religioso. Mi ricordo dei tempi in cui si diceva che ognuno deve pensarsi abitante di una tenda e quindi sempre pronto a piantare i paletti altrove. Si esaltava il valore dell’essere nomade, come segno della disponibilità. Oggi mi pare che i criteri siano cambiati anche a fronte della scarsità del personale, ma soprattutto della cultura che si sta imponendo: dare continuità ai progetti, fondare i cammini sulle relazioni,dare tempo per rinnovare e reimpostare opere e comunità. Per quanto mi riguarda: ho occasione di esercitare il voto di ubbidienza; il resto verrà mettendo in campo quello che uno può e deve. Un grazie particolare ai confratelli del consiglio provinciale uscente: Ferruccio, Renzo, Danilo, Antonio.

Per quanto riguarda il grazie: tocca a me dirlo a voi tutti e a ciascuno. Non faccio bilanci e confronti, perché so benissimo che risulterei parziale e, magari, anche ingiusto. Certo è stata una esperienza intensa e faticosa, ricca di momenti belli e sereni; di episodi che hanno messo alla prova la pazienza e la carità. Soprattutto un periodo di intense relazioni, magari non sempre esplicitate, ma, almeno da parte mia, spero rispettose e avendo di mira il bene singolare, di confratelli e di comunità,e di provincia. Con molta probabilità qualche volta il discernimento non ha portato alla giusta soluzione e qualche volta la stessa soluzione non ha risolto i problemi. Grazie soprattutto della comprensione e dell’affetto di cui mi sono sentito circondare: fa bene, umanamente e religiosamente.

E siamo agli auguri. Ne abbiamo bisogno tutti. La scadenza capitolare è sempre come una porta che si chiude e si apre. Da una parte il cambiamento dall’altra il legame verso un passato recente, e l’impegno di aprire sul futuro camminando nel presente. Il rinnovo dei consigli non è un fatto solo formale e di scadenza temporale, la celebrazione del capitolo provinciale di seconda fase è un impegno importante e credo decisivo per la provincia. Infine: ciascuno di noi è chiamato ad essere interprete e protagonista di una stagione che nella continuità chiede creatività e fantasia per immaginare e programmare un futuro sostenibile e segno di rinnovamento. Stavo pensando in questi giorni che si canta il Veni Creator all’inizio di ogni riunione, forse non sarebbe male cantarlo anche alla fine perché allora inizia il tempo per saper… infondere vita,riscaldare, rinnovare, ricreare.

Infine, mi permetto ancora una parola nella quale ci troviamo tutti. Chiediamo al Signore di essere fedeli alla vocazione ricevuta. E’ stata una sofferenza al capitolo generale conoscere il nome e il numero di tanti giovani che lasciano il sacerdozio e la vita religiosa, abbandonando la nostra famiglia religiosa. Il Signore ci conceda il dono della fedeltà alla propria vocazione che è un dono suo, da custodire, da incarnare nel quotidiano, da rinnovare ogni giorno per il nostro cammino personale di santità e per dare “anima” al nostro servizio verso i giovani.

Buon cammino! Il Signore per intercessione dei nostri santi patroni ci benedica e ci accompagni.


                                                                                       p. Tullio Locatelli, sup. provinciale

 


Versione per stampa
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind