Piumini Moncler Outlet
Inserisci la tua email e scegli il gruppo di interesse.

Inserisci username e password nei campi sottostanti.
Username:
Password:

Lettera circolare n.58 - 1 marzo 2011


GIUSEPPINI DEL MURIALDO
 
PROVINCIA ITALIANA SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

LETTERA AI CONFRATELLI

Lc 58/11
Roma, 1 marzo 2011

 


Il dono del Battesimo


Carissimi confratelli.

Papa Benedetto XVI ha inviato come ogni anno un messaggio in occasione della Quaresima ormai prossima. Quest’anno il tema scelto è: Con Cristo siete sepolti nel Battesimo, con lui siete anche risorti” (cfr Col 2,12). Un testo breve ma denso quello del papa, capace di offrire spunti per ogni domenica della quaresima diventando così una buon guida nel cammino verso la Pasqua. La riflessione sul battesimo è certo importante per noi religiosi per lo stretto legame tra sacramento del battesimo e professione religiosa, soprattutto vedendo nella grazia del battesimo l’origine e la fonte della nostra vocazione alla vita consacrata. Accanto al messaggio pontificio, propongo alcuni testi dagli scritti del Murialdo.

Il Murialdo pone uno stretto legame tra battesimo e consacrazione religiosa in ordine al salvarsi e al cammino di santità: se il Battesimo apre la porta del Cielo… la Vita Religiosa spiana la via. Abbiamo qui il concetto ottocentesco che il religioso ha più possibilità in ordine alla salvezza e al cammino di santità rispetto ai laici, godendo di una situazione che almeno oggettivamente lo pone in uno stato di più vicinanza a vivere solo per Dio e per i fratelli.

Molto importante e direi molto bella la riflessione che il Murialdo fa sul rapporto tra il Battesimo e lo Spirito Santo: il Signore nel dare a noi lo Spirito Santo nel Battesimo e sovratutto nella Cresima egli fa come un padrone di una fontana che non si contentasse di lasciar godere ad un suo amico le acque di quella fontana, ma la fontana istessa, la stessa sorgente a lui regalasse. Fuori di metafora: nel Battesimo non riceviamo solo i doni dello Spirito Santo, ma ci è donato lo stesso Spirito Santo, iniziando quella inabitazione che è condizione per portare frutto e realizzare una vita buona secondo il Vangelo. Forse pensiamo poco che lo sviluppo della vita spirituale sta proprio nel fare spazio a questa azione dello Spirito in noi, ben oltre il fatto di far consistere la bontà nell’ubbidienza alla legge, ma piuttosto nel percepire che la legge è solo il pedagogo che ci aiuta a raggiungere la vera libertà dei Figli di Dio. In questa prospettiva ci si può richiamare alle parole dal papa quando scrive che nel giorno del battesimo è iniziata per noi l’avventura gioiosa ed esaltante del discepolo. Spesso si definisce la vita consacrata quale forma speciale della sequela Christi, il che indica che essa rimane sempre in una condizione di discepolato. Per questo, continua papa Benedetto, il Battesimo non può essere considerato un rito del passato, ma l’incontro con Cristo che informa tutta l’esistenza del battezzato.

Questo dono dello Spirito suscita nel Murialdo un senso di meraviglia accompagnato dalla gratitudine. Il dono viene fatto a chi non se lo merita, all’uomo che è lo stesso crocifissore di Gesù che con la sua morte e risurrezione ci ha meritato la salvezza donata nella grazia appunto del Battesimo. Quindi la meraviglia nasce dalla considerazione dello scarto tra donatore e destinatario del dono; esclama il fondatore: oh, chi non ammirerà la somma bontà e benignità di Dio nel farci un tanto dono! Che sia questa la prima conversione alla quale siamo chiamati: essere ancora capaci di meravigliarci dei doni di Dio, in particolare del dono dello Spirito?

Lascio alla vostra lettura il messaggio pontificio che indica anche il “come” vivere la quaresima nella prospettiva di una rinnovata consapevolezza del dono del Battesimo. Termino con una frase della beata Tersa di Calcutta: Il frutto del silenzio è la preghiera, il frutto della preghiera è la fede, il frutto della fede è l’amore.

Una preghiera per tutti e per ciascuno.





d. Tullio Locatelli,
sup. pr.

 



Versione per stampa
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind