Piumini Moncler Outlet
Inserisci la tua email e scegli il gruppo di interesse.

Inserisci username e password nei campi sottostanti.
Username:
Password:

Lettera circolare n.57 - 1 febbraio 2011


GIUSEPPINI DEL MURIALDO
 
PROVINCIA ITALIANA SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

LETTERA AI CONFRATELLI

Lc 57/11
Roma, 1 febbraio 2011

 





Carissimi confratelli.

In allegato a questa breve lettera c’è la documentazione della situazione dei confratelli della nostra Provincia Italiana in base all’età.

I confratelli sono divisi in tappe quinquennali, indicando quanti sono i confratelli che si trovano in ogni singolo segmento quinquennale, calcolando la percentuale di incidenza sul totale che ogni singolo settore ha sul totale.

Aggiungo che sul totale di 216 confratelli:

i confratelli in formazione sono: 6

i religiosi fratelli sono: 14

diaconi permanenti: 1

i religiosi sacerdoti sono: 195

per un totale, appunto, di 216.

L’età media: 68,43.

Lascio a ciascuno di voi esprimere le proprie valutazioni, osservazioni e previsioni, visto anche che siamo già nella stagione capitolare.

Invito a leggere quanto i vescovi italiani hanno scritto per noi in occasione della giornata della Vita Consacrata, collegandosi alla scelta pastorale per il prossimo decennio che pone al centro dell’attenzione la emergenza e la urgenza educativa. Un tema che certo non ci trova sprovveduti visto che il centro del nostro carisma sta nell’essere educatori. I vescovi puntualizzano ancora una volta che i religiosi sono “educatori” nel e per il popolo di Dio a partire dalla loro specifica scelta di vita, dal loro essere consacrati totalmente al servizio di Dio e dell’uomo. Gli stessi voti sono letti a partire da questa prospettiva. Nulla di nuovo, certo, ma una ulteriore chiamata in causa sulla sfida dell’essere significativi e propositivi.

Su questa scia si inserisce anche il prossimo convegno di pastorale programmato dal consiglio provinciale per il prossimo 5 febbraio a Torino: una riflessione condivisa, laici e religiosi, per costruire la comunità murialdina educante.

Chiudo, volendo mantenere la promessa di lasciare a voi la lettura e la riflessione su i dati in allegato. Mi farà piacere se qualcuno mi manderà sue osservazioni.

Ci affidiamo ai nostri santi, specie a San Giuseppe, ottimo educatore, con un successo enorme visto che “suo” figlio cresceva in “età e grazia, davanti a Dio e davanti agli uomini” (Lc 2, 52).



d. Tullio Locatelli,
sup. pr.

 



Versione per stampa
 
2007 © Congregazione di S. Giuseppe - Giuseppini del Murialdo - Tutti i diritti riservati • Informativa sulla Privacy • P.Iva 01209641008
Design & CMS: Time&Mind